Camini a Legna

Camini a Legna

Aprile 25, 2014 0 Di admin

La tradizione di un Camino a legna, con un fuoco che arde e che scalda corpo e cuore.

Sono tantissime le persone che non riescono a rinunciare al gusto e il profumo di un tempo.

Puo’ avere dimensioni e forme diverse e puo’ essere realizzato con diversi materiali.

Vengono posizionanti su una parete o in un angolo della stanza, dove vi è già la predisposizione di una canna fumaria.

I fumi che vengono prodotti escono dalla parte superiore del camino.

La sua origine ha tempi antichissimi.

camino-a-legna

Il camino a legna nell’era moderna.

Il focolare è all’interno da uno schermo in vetro.

Questa tecnica risulta piu’ costosa del camino aperto ma offre innumerevoli vantaggi.

All’interno del monoblocco prefabbricato, troviamo il braciere il quale è generalmente composto da ghisa, lamiere di ferro.

Gli inserti, ove presenti, sono in materiale refrattario.

La fiamma è schermata da un portello in vetro.

La diffusione del calore avviene in due modi:

  • irraggiamento diretto
  • convenzione

 

L’efficienza di questo tipo di camino permette di riscaldare anche altre stanze oltre alla stanza nella quale è collocato attraverso dei tubi dal diametro appropriato.

Nel caso il noto convettivo non sia sufficiente possiamo installare delle ventole elettriche. Queste pero’ hanno dei pro e dei contro, ovvero, aumentano la polvere ma permettono di raggiungere la temperatura desiderata in minor tempo.

Le ventole sono solitamente un optional.

ventola del camino a legna

Un carico di legna solitamente supera le 8 ore di combusione e relativo riscaldamento e la pulizia puo’ essere fatta dai 7 ai 10 giorni.

La pulizia del vetro puo’ essere fatta con tempi piu’ lunghi.

Smaltimento dei fumi .

I componenti del sistema di smaltimento dei fumi si compone di tre parti:

  • canna fumaria.
  • base di sostegno e raccordo al tetto;
  • comignolo

 

Combustibile del Camino a Legna

Come combustibile si usa il legno di ogni tipo.

legna-da-ardere-come-sceglierla-660x330

Preferibilmente si dovrebbero usare legni stagionati da almeno 2 anni ed evitare i legni resinosi per l’elevata percentuale di resina che non riesce a bruciare completamente e che si puo’ attaccare nel tempo alle pareti dei condotti con relativa difficoltà nella pulizia dei canali. Causando inoltre la possibilità di invendi dei depositi di fuliggine.

Per la combustione, abbiamo necessità di una grande quantità di aria (comburente) senza la quale non avviene la combustione.

Bestseller nella categoria Camino a Legna di Amazon

Bestseller No. 2
MILLE 9919410 Serie Attrezzi per Camino, 22x58h cm
  • Ferro battuto 649
  • Medio
  • Altezza totale centimetri: 60
Bestseller No. 3
Vintage Living, griglia in ghisa per bracieri a legna/carbone
  • Griglia in ghisa resistente...
  • Prodotto naturale, decorativo.
  • Camino tradizionale.
  • È possibile utilizzare...
Bestseller No. 5
Stufa-camino a legna 14 kW caminetto tronchi top canna fumaria basse emissioni blmschv-2
  • Dimensioni della stufa:...
  • Dimensioni della Firebox:...
  • Peso 150 kg/massima potenza...
  • Efficienza% - 76.87/consumo...
  • fluepipe Ø:...
Bestseller No. 6
Bestseller No. 8
Bestseller No. 9
Stufa a legna, camino, bruciatore a legna Kupro Largo 15 KW
  • Prodotto realizzato in Europa...
  • In vetro ceramica.
  • Potenza nominale: 15 KW.
  • Peso: 85 kg.
  • Dimensioni della camera di...
Bestseller No. 10